ven 11 febbraio - “NiuiòrcNiuiòrc” di e con Francesco Foti

Sala Cinema ore 21.30

Spettacolo teatrale
“NiuiòrcNiuiòrc”
di e con Francesco Foti

Il primo, mitico viaggio da solo: New York. Un viaggio che ogni ragazzo sogna di fare.
Ma cosa succede se questo ragazzo ha quarant’anni?
Un quarantenne che vorrebbe essere maturo e potrebbe essere un bambino. Una New York che vorrebbe essere un mito e potrebbe essere una bufala. Un viaggio che vorrebbe essere un sogno e potrebbe essere un incubo. Uno spettacolo che vorrebbe essere un film e potrebbe essere un libro.

Francesco Foti frequenta il corso triennale della Scuola d'Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano diplomandosi nel 1993.
Fermamente contrario a qualsiasi rischio di “fossilizzazione”, ha un curriculum estremamente vario, come si evince anche dai seminari frequentati con insegnanti validissimi e di diversissima provenienza ( Susan Batson, Geraldine Baron, Greta Seacat, Jean Paul Denizon, Anton Millenin, Doris Hicks, Ludwig Flaszen, Kristin Linklater, Susan Main, etc etc)

TEATRO:
tantissimo, dagli autori classici come Pirandello (“L’uomo, la bestia e la virtù”), Shakespeare (“Lady Macbeth”) e Anton Checov (“Il gabbiano”) ad altri più moderni come Edward Albee (“Zoo story”) e Albert Camus (“La peste”).
Nel Novembre 2008 è stato protagonista di “Top dogs”, di Urs Widmer.
Nel 2010 porta in scena “NiuiòrcNiuiòrc”, monologo tendenzialmente brillante con poesia quanto basta.
CINEMA:
Ha lavorato, tra gli altri, con Giuseppe Tornatore in “Baarìa” (2009), con Roberto Faenza in “Alla luce del sole” (2004), con Giuseppe Piccioni in “Fuori dal mondo” (1999). Parallelamente a questi grandi progetti, ha partecipato a diversi film indipendenti.
TELEVISIONE:
Tanta, varia, inseguendo la qualità e l'alternanza tra il drammatico e il brillante. Tra i personaggi interpretati, il mai cresciuto dj in “All Stars” (sitcom appena trasmessa su Italia1), il perfido Sgrò in “Intelligence” (Canale5), il buonissimo idealista Pietro Passalacqua nelle due serie di “Raccontami” e il boss Stefano Bontade ne “Il capo dei capi”. E’ stato George Ragalan, il protagonista indiano della sit-com “Sweet India” ed il cabarettista drogato Luca Melis ne “L’ultima battuta” della seria “Crimini”.
Nella stagione 2006/07 è stato Vincenzo, tutti i giorni su Raidue nella instant-comedy “Andata e Ritorno”.
CABARET:
Nel 1998 vince il concorso “Milano Cabaret” ed entra nel gruppo dei Cavalli Marci.
Dal 1999 al 2001 i Cavalli Marci riempiono i teatri di tutta Italia, girano un film (“Come se fosse amore” del 2001) e registrano ben quattro diversi spettacoli per la rassegna “Palcoscenico” di Raidue, un vero record.
Uscito dal gruppo nel 2001, prosegue la sua carriera cabarettistica da solo.
E’ anche nel cast fisso delle prime due edizioni di Colorado Cafè.
RADIO:
Ha lavorato con Francesco Salvi e Paolo Villaggio su Radiodue.
Dal 2001 al 2004 è stato protagonista con i suoi personaggi su Radio KissKiss.

 


Condividi |
1990 - 2012 ® Brancaleone