Sabato 2 Giugno - INDY Fiera dei gusti non omologati

INDY
Fiera dei gusti non omologati

In un mercato globalizzato che spinge verso l’uniformità dei gusti, la cancellazione delle differenze e l’appiattimento dei consumi sulle esigenze seriali della grande produzione e distribuzione, nasce un nuovo prototipo di fiera dedicato alle produzioni indipendenti.

presentato da:
Il mensile «alfabeta2», la casa editrice DeriveApprodi e Radio Popolare Roma

ore 16:00
- apertura spazi mostra, stand editori, stand gastronomici.

Dibattiti e Presentazioni

ore 17:00-18:00 - Sala Conferenze
- presentazione della collana Sollevazioni edita da Manni e curata da  Franco Berardi (Bifo) e Carlo Formenti. La collana raccoglie saggi dei maggiori pensatori mondiali, teorici e protagonisti del nuovo movimento. I testi raccontano l’agonia del capitalismo moderno, la rivolta sociale e la formazione di nuove istituzioni autonome per la cultura, l’economia, la solidarietà.

ore 18:00-19:00 - Sala Conferenze
- presentazione «alfalibro», speciale di «alfabeta2» sull’editoria. Interventi di Andrea Cortellessa, Maria Teresa Carbone e Vincenzo Ostuni

ore 19:00-20:00 - Sala Conferenze
- presentazione della La rivolta dei migranti. Il movimento globale contro la discriminazione e lo sfruttamento. Europa, Medio Oriente, di Vittorio Longhi (:duepunti 2012).

ore 17:00-19:00 - Main Room
- Tavola rotonda e dibattito sulla Cultura materiale e critica del gusto.
Interventi di Alberto Capatti e Giampaolo Gravina;
Alberto Capatti è docente ed ex rettore dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche. Insegna Storia della Cucina e della Gastronomia. Partito dagli studi di Lingua e Letteratura francese ha poi spostato il suo interesse e le sue ricerche sugli aspetti della cultura che sono legati alla cucina e all’alimentazione approfondendo in particolare la gastronomia italiana e francese.

ore 19:00 - Main Room
FOLKSTUDIO – Memorie di una Cantina Presentazione documentario e live acustico
Un’occasione unica per celebrare uno dei luoghi culto della canzone folk e cantautorale romana e non solo, dove suonò addirittura, nel ’62, un allora sconosciuto Bob Dylan e in cui mossero i primi passi artisti come Antonello Venditti e Francesco De Gregori.
Attraverso le testimonianze e le interviste di chi ha vissuto quegli anni e frequentato la storica sede di via Garibaldi, si evocheranno storie e ricordi, integrando il video racconto con le vive voci di alcuni dei protagonisti che hanno animato il locale del compianto patròn Giancarlo Cesaroni nei suoi 38 anni di vita.
La storia del Folkstudio sarà così contestualizzata nel periodo storico, attraverso gli interventi di giornalisti e critici musicali fra cui Ernesto Bassignano (un “giovane del Folk”) Felice Liperi, Adriano Mazzoletti e Marco Molendini.
Il racconto sarà arricchito dalle  testimonianze di Luciano Ceri (critico e storico musicale, nonché amico di Giancarlo Cesaroni e responsabile della raccolta del materiale sul Folkstudio all’interno della Discoteca di Stato di Roma) e Vincenzo Incenzo.
La proiezione del documentario inedito sarà accompagnata da una esibizione acustica nella quale verranno proposti in musica alcuni dei passaggi simbolo di quella straordinaria esperienza culturale.
Fra i musicisti ospiti saranno presenti Nina Monti, Roberto Angelini, Mimmo Locasciulli, Giampaolo e Michele Ascolese ,Gianni Togni, Fabrizio Emigli.

Cinema

ore 19: 30 - Sala Cinema
– proiezione ULTRACORPO regia di Michele Pastrello

ore 21:00 - Sala Cinema
– proiezione ET IN TERRA PAX regia di Matteo Botrugno, Daniele Coluccini

ore 23:00 - Sala Cinema
– sonorizzazione: NOHAYBANDATRIO su 9 cortometraggi del circuito Distribuzione Indipendente

Musica

ore 23:00 - Main Room

Bass Culture: 20 anni di Turntablism al Brancaleone
Feat.

EVILSOUND
BORGHETTA STILE
MARTUX_M CREW
ONE LOVE HI POWA


Condividi |
1990 - 2012 ® Brancaleone